SOTTO QUESTO SOLE…

L’estate è una stagione che noi tutti amiamo molto ma può rivelarsi insidiosa per i nostri amici a quattro zampe. Da sempre crediamo nella formazione dei proprietari di animali, perché quando si realizza collaborazione tra caregiver e servizio veterinario allora si può davvero fare prevenzione e medicina di qualità.

Nel frattempo, proviamo a metterti un po’ in guardia dalle principali emergenze legate al caldo estivo e dai problemi che possono celarsi dietro la stagione più calda dell’anno. D’estate le temperature si alzano molto e il terreno, in particolare l’asfalto, può diventare rovente, soprattutto nelle ore più calde della giornata. Non è infrequente, pertanto, diagnosticare vere e proprie ustioni dei cuscinetti che possono provocare leccamento, dolore, sanguinamento e sono a rischio infezione. Queste lesioni possono essere limitate evitando passeggiate nelle ore del picco di temperatura, riducendo la durata delle passeggiate ed evitando superfici come asfalto e cemento.

Sempre per l’aumento di temperatura si può incorrere nel colpo di calore che è una vera e propria urgenza che si realizza perché vengono meno i meccanismi di autoregolazione della temperatura corporea a seguito di una esposizione troppo lunga a temperature elevate. I sintomi principe di questa emergenza sono ipertermia, anche fino a 43 gradi, barcollamento, stupore e convulsioni, affanno, iposalivazione (fauci secche) o bava alla bocca. Tra le razze più predisposte ci sono i brachicefali. La prima cosa da fare di fronte a un ipotetico colpo di calore è portare il soggetto, con le dovute attenzioni, in un luogo più fresco e iniziare un raffreddamento progressivo. È sempre raccomandato contattare rapidamente il veterinario e raggiungerlo in clinica per un monitoraggio stretto.

Infine, nel periodo estivo in particolar modo, è bene prestare grande attenzione ai parassiti, agli insetti e alle possibili punture di insetto. Ad eccezione di gravi reazioni allergiche (shock anafilattico) che possono concretizzarsi talvolta, questi “inconveniente” danno frutti a lungo termine: filariosi, leishmaniosi, malattie da zecche, sono solo alcuni dei regali che alcuni parassiti e vettori possono lasciarci. In questo caso è la prevenzione a fare la differenza e il veterinario può aiutarti a trovare la strategia migliore per fronteggiare il caldo esito.

Approfittiamo di questo spazio tutto nostro anche per appellare tutti i lettori a fronteggiare con determinazione e convinzione l’abbandono. Spesso, durante l’estate, veniamo a conoscenza di cani e gatti abbandonati, lasciati per strada o nei canili, e queste notizie ci rattristano profondamente perché da tanti anni lavoriamo per sensibilizzare a una maggiore consapevolezza dei proprietari di animali. Quando si sceglie di acquistare o di adottare un essere vivente se ne diventa a tutti gli effetti responsabili e garanti della salute e del benessere. Ci sono tante alternative all’abbandono: l’affido a nuove famiglie, le pensioni per cani e gatti, chiedere l’aiuto delle numerose associazioni sul territorio, riferirsi al medico veterinario che potrà aiutarvi a trovare una soluzione.


NON ABBANDONARE CHI TI AMA INCONDIZIONATAMENTE. Chiedi aiuto.

Clinica Veterinaria Vittoria 0307080563

Centro Cinofilo Le Boscaglie 3534046335

8 visualizzazioni0 commenti